HOME / UNITA' A / APPARTAMENTI PROTETTI
APPARTAMENTI PROTETTI

Gli Appartamenti Protetti gestiti da MA.RIS. sono attualmente appartamenti siti nel centro della Spezia e di Genova.
Il progetto prende spunto da esperienze già attive nell'ambito del privato sociale, come risposta esterna e collaterale agli interventi di supporto proposti dagli enti pubblici istituzionalmente dedicati ad affrontare il disagio inerente condizioni patologiche e di emarginazione socio-economica grave derivanti o meno da precedenti esperienze di tossico e alcooldipendenza e/o vissuti di detenzione.
Si denomina come "appartamento protetto o casa alloggio, la comunità ad indirizzo pedagogico residenziale nell'ambito dei trattamenti riabilitativi a carattere intensivo".
La sede della Spezia risulta in possesso di autorizzazione sanitaria al funzionamento rilasciata dal Comune della Spezia il 12 luglio 2006, inoltre e' iscritta all'Albo Enti Ausiliari Regione Liguria - decreto numero 1272 del 23/05/2007 e accreditata con Delibera Regione Liguria n° 644 del 21.05.2009
La sede di Genova è autorizzata con DIA presentata ad agosto 2009 approvata con procedura del silenzio/assenso.

TARGET

Soggetti conosciuti dai Servizi sociali dei Comuni della Spezia e di Genova, alcoolisti ed ex alcoolisti, tossicodipendenti ed ex tossicodipendenti - residenti nelle provincie di La Spezia e Genova - che abbiano completato il percorso terapeutico e che necessitano di un ulteriore accompagnamento volto alla creazione e al consolidamento di una rete sociale di supporto.
Sono ammessi gli utenti in trattamento con sostitutivi agonisti e antagonisti a dosaggio medio-basso e con somministrazione ambulatoriale.

FINALITA'

Il progetto è indirizzato a tutti quei soggetti che, sia provenienti da percorsi terapeutici residenziali, sia da situazione di emarginazione sociale necessitano di un sistema di protezione semistrutturata al fine di potenziarne le risorse individuali necessarie ad un riconoscimento delle proprie criticità e ad una implementazione delle proprie risorse. L’obiettivo precipuo è quello di consentire, attraverso un sostegno psico-educativo, una graduale acquisizione di una valida autonomia personale, esplicabile al consolidamento delle competenze relative alla funzione abitativa, tra le quali la convivenza con un altri soggetti, l’investimento emotivo e il senso di responsabilità sulle cose, le abitudini e i ritmi quotidiani.

METODOLOGIA DI INSERIMENTO

Lo strumento di lavoro centrale è rappresentato dal progetto riabilitativo individualizzato, elaborato congiuntamente dagli operatori dei Servizi invianti afferenti alle zone delle provincie e dagli operatori referenti del progetto per la Cooperativa.
1° fase: segnalazione del caso con apposita modulistica Ser.T. e accettazione dell’equipe interna
2° fase: incontro tra gli attori coinvolti nel progetto con l’obiettivo di verificare l’idoneità dell’inserimento in struttura, avvio colloqui, progettazione di ingresso e definizione modalità e tempi di ammissione

STRATEGIE

  • - Elaborazione delle esperienze lavorative
  • - Elaborazione delle esperienze relazionali
  • - Elaborazione delle eventuali ambivalenze fra interno ed esterno
  • - Rafforzamento dei cambiamenti dello stile di vita
  • - Rinforzo dei nuovi comportamenti adattivi
  • - Identificazione di fonti di piacere drug-free
  • - Verifica del sostegno esterno (famigliari, amici,...)
  • - Verifica della creazione di una nuova rete sociale

  • COMUNITA' TERAPEUTICA PITELLI
    COMUNITA' TERAPEUTICA ISOLA DEL CANTONE
    APPARTAMENTI PROTETTI
    PROGETTI TERAPEUTICI
    PROGETTI DI PREVENZIONE E FORMAZIONE
    INSERIMENTI LAVORATIVI E INSERIMENTI SCOLASTICI

    CONTATTI

    MA.RIS.
    COOPERATIVA SOCIALE

    SEDE LEGALE
    Via Bolano 16
    19037 Santo Stefano di Magra (SP)
    TEL 0187.20.784 - FAX 0187.25.66.19
    EMAIL spezia@coopmaris.it
    PEC coopmaris@pec.it

    SEDE AMMINISTRATIVA
    Calata Gadda 200Y
    16128 Genova (GE)
    TEL 010.24.75.182 - FAX 010.25.17.041
    EMAIL genova@coopmaris.it

    MA.RIS. su FACEBOOK

    Certificazioni
    Torna su